News locali

La Distilleria Russo compie centocinquant’anni.

La Distilleria Russo compie centocinquant’anni. Tradizione ed innovazione le chiavi del successo di un’azienda storica che ha scelto come nuovo brand ambassador il professionista Carmelo Evangelou. Distillati e mixology insieme verso nuovi traguardi.

Carmelo Evangelou

Centocinquant’anni anni di Distilleria F.lli Russo, una delle aziende più solide dell’hinterland jonico – etneo che ha saputo crescere senza invecchiare e per questo, oggi, è pronta a rinnovarsi, ancora una volta, mantenendo intatto il cuore dell’azienda. La Distilleria dell’Etna dei Fratelli Russo, infatti, è l’unica attualmente attiva nella Sicilia Orientale e da oggi accresce la sua forza grazie all’unione con un professionista del settore, Carmelo Evangelou, titolare della scuola Bartender in flair zone, che dopo aver studiato in giro per il mondo la vera mixology, porta avanti il suo obiettivo, stimolare una sana cultura del “bere bene” anche attraverso campagne di sensibilizzazione nelle scuole.

La solidità della Distilleria si deve alle cinque generazioni che hanno continuato e perfezionato l’antica arte dei mastri distillatori isolani. I fratelli Salvatore e Giuseppe Russo, oggi ottantenni, appresero fin da piccoli l’antica arte della distillazione ed ebbero sempre più parte attiva nello sviluppo e nella crescita dell’impresa di famiglia, ampliandola con importanti ristrutturazioni e con l’introduzione di macchinari sempre più efficienti. L’azienda oggi continua a crescere grazie al contributo dato dai figli che hanno aggiunto freschezza e creatività alla perfetta macchina Russo. Nel dopoguerra l’azienda iniziò a produrre brandy e grappa, destinati in origine ai mercati del Nord Italia ma via via si diffuse su scala nazionale ed internazionale. La prima grappa prodotta, cioè la Grappa dell’Etna, ancora oggi fiore all’occhiello dell’azienda, ha dato il via negli anni a una prestigiosa linea composta da ben dieci grappe (bianche, barricate, aromatiche e aromatizzate) e dalla pregiata Acquavite di Ficodindia. Fra i liquori uno dei primi fu l’Amaro, ancor oggi prodotto di punta dell’azienda insieme al Limoncello di Sicilia, alle due linee di rosoli e cremoncelli. Attraverso la produzione di grappe, brandy, acquaviti, amari, liquori tipici, rosoli artigianali e creme, la Distilleria Russo ha voluto custodire la tradizione ed esaltare le fragranze di Sicilia parlando la lingua dell’Amore per la propria Terra e garantendo genuinità e qualità.

L’azienda, ancora una volta, si evolve, cresce e si rinnova.

“Con un patrimonio culturale di 150 anni la Distilleria Russo si rinnova oggi principalmente nella comunicazione. – spiega Anna Russo, responsabile commerciale dell’azienda – Spinti dall’esigenza di divulgare la tradizione della distillazione isolana dimenticata e persino sconosciuta alle nuove generazioni, oggi, l’azienda ha come missione principale quella di arrivare ai consumatori e agli appassionati per far conoscere una realtà imprenditoriale che vive nel territorio e si nutre di storia, competenza e qualità. Per un’azienda come la nostra il bisogno di comunicare non è soltanto commerciale ma anche e soprattutto un’esigenza culturale. La promozione del territorio e del suo sviluppo passa attraverso un consumo responsabile di prodotti locali, fatti in Sicilia e che della Sicilia custodiscono tutti i sapori, gli odori e i ricordi” – conclude Anna Russo.

Alessandro Russo,socio e amministratore della società, spiega: “Carmelo Evangelou rappresenta il trait d’union fra il nostro passato ed il mondo in costante fermento della mixology. I nostri prodotti si prestano benissimo alla preparazione di cocktails innovativi e siamo sicuri che Evangelou, con la sua esperienza e preparazione, saprà far conoscere il loro uso ai migliori bartender siciliani ed italiani.”

La volontà di rinnovamento è espressa da una grande novità che riguarda l’immagine dell’azienda, un nuovo logo. In pochi sarebbero disposti a cambiare un logo in un momento di grande successo dell’azienda per timore di non essere più identificabili ma i coniugi, titolari della Distilleria, hanno dimostrato, ancora una volta, che andare controcorrente è prerogativa di chi è già anni luce avanti, di chi sa guardare con coraggio al futuro.

“La sicilianità è, oggi, un brand internazionale, un modello finalmente positivo fatto di costumi, tradizioni culturali e gastronomiche legate alla storia della nostra isola. Russo Siciliano è stato pensato per sottolineare le nostre radici ma con un design moderno ed elegante – afferma Anna Russo. Il calice da degustazione incastonato nella R del nostro cognome richiama l’altra nostra identità, nasciamo come mastri distillatori e attualmente distilliamo le migliori vinacce siciliane per produrre delle eccellenti grappe. Le tre linee sopra la R, infine, richiamano la nostra amata ed a volte temuta Etna, quella che gli abitanti della zona chiamano con affetto “ ’A Muntagna ” e che ci rende un po’… vulcanici!

Distilliamo il cuore della Sicilia!”

Il nuovo brand ambassador di Russo Siciliano, Carmelo Evangelou, ha in comune con la famiglia Russo, oltre al dinamismo, lo sguardo che va oltre, costantemente rivolto al futuro.

“Alcuni lo definirebbero un luogo di lavoro, io lo definisco uno stile di vita, è una missione. In tutti questi anni, insegnare una professione ai ragazzi e infondere la cultura del bere ci ha portato molte soddisfazioni e il raggiungimento di questo nuovo traguardo, che rafforzerà ancor di più le nostre tesi – afferma Evangelou. Brand Ambassador di un marchio, tutti lo possono diventare ma essere l’Ambassador di un’idea “invecchiata” 150 anni con sani valori grazie a Mastri Distillatori sarà per noi un impegno entusiasmante.”

Carmelo Evangelou illustra così la propria linea operativa per la valorizzazione dell’azienda, sostenendo che non sarà necessario valorizzare nulla. “Non avrò bisogno di valorizzare ciò che è inestimabile, per inestimabile, intendo il loro patrimonio storico e culturale nell’arte della distillazione. Noi vogliamo mostrare la storia di questa azienda, i loro prodotti e la mixology mediante tutte le tecniche di cui siamo a conoscenza, rispettando sempre e comunque la cultura del bere.”

Chissà quale sarà il nuovo passo di Russo Siciliano, se dobbiamo aspettarci nuovi prodotti.

 “Noi siamo gli operatori finali, coloro che somministrano, pertanto i prodotti vecchi e nuovi che la Distilleria crea rimarranno invariati. – continua il nuovo Brand Ambassador – Penseremo semplicemente ad elaborarne il gusto mediante la mixology.

Nulla toglie che potrebbero nascere nuove realtà mirate ad un target diverso” – conclude Evangelou lasciandoci già pregustare, perora, solo l’idea di qualche nuovo nato in casa Russo Siciliano.