Covid Sicilia, ben 21 Comuni a rischio zona rossa: ecco quali e perché

Sicilia Montallegro e Longi in zona rossa

MESSINA – Ben 21 Comuni in provincia di Messina hanno le ore contate. L’Asp della città, infatti, sollecita i primi cittadini a incentivare la vaccinazione, altrimenti scatterà la zona rossa.

Si procederà in tal senso se entro il 15 ottobre, infatti, non avranno raggiunto l’obiettivo minimo fissato dal commissario nazionale per l’emergenza Covid-19, Francesco Figliuolo, del 75% di immunizzazioni.

Nello specifico si tratta di: Valdina, Tortorici, Scaletta Zanclea, Savoca, Sant’Alessio Siculo, Santa Teresa di Riva, Rometta, San Filippo del Mela, Pace del Mela, Lipari, Leni, Itala, Giardini Naxos, Gaggi, Furnari, Furci Siculo, Fiumedinisi, Castelmola, Casalvecchio Siculo, Alì Terme e Alì.

Il commissario straordinario dell’Asp di Messina Bernardo Alagna, a tal proposito, ha dichiarato: “Ho inviato una lettera ai sindaci di questi Comuni per invitarli a portare avanti insieme all’ufficio emergenza Covid-19 e all’Asp di Messina tutte le iniziative possibili, oltre a quelle già in atto, per incentivare le vaccinazioni“.

La data 15 ottobre non è, infatti, solo la data dell’entrata in vigore del Green Pass obbligatorio sul posto di lavoro, ma anche quella in cui la Regione valuterà provincia per provincia il raggiungimento del target minimo del 75 percento“, conclude.

Fonte foto: Regione Siciliana

da News Sicilia