News Nazionali

INCIDENTE PER POZZOVIVO IN ALLENAMENTO, FRATTURE E NIENTE VUELTA

ROMA (ITALPRESS) – Un altro incidente ha visto oggi sfortunato protagonista un ciclista professionista. Si tratta del 36enne Domenico Pozzovivo, appena rientrato dal Giro di Polonia, che è stato investito lungo le strade comprese fra la “sua” Basilicata e la Calabria durante una seduta di allenamento in vista di quello che doveva essere il suo prossimo impegno agonistico, ovvero la Vuelta a Espana (alla quale darà di certo forfait). Il portacolori del team Bahrain-Merida, in provincia di Cosenza, è stato colpito in pieno da un’autovettura. Trasportato quindi in ospedale, a Pozzovivo sono state diagnosticate diverse fratture alla gamba destra e al braccio sinistro. “Il ciclista italiano, sebbene cosciente, è in terapia intensiva. Ha subito fratture multiple, che richiedono un intervento chirurgico. Altri aggiornamenti verranno rilasciati dopo le relative operazioni”: questo è quanto ha precisato il team Bahrain-Merida, attraverso una nota ufficiale. Dovranno essere “stabilizzate” la frattura della tibia e del perone da un lato e quella di omero, clavicola e ulna dall’altro. “La sicurezza dei ciclisti è la più grande criticità che abbiamo oggi: sono in aumento gli incidenti. L’automobilista dovrebbe avere più sensibilità nei confronti di un utente più debole come il ciclista”: questo invece è quanto ha affermato il presidente della Federciclismo, Renato Di Rocco.

(ITALPRESS).

News Nazionali

SALVINI “PRONTI A VOTARE DOMANI, CONFIDO IN MATTARELLA”

ROMA (ITALPRESS) – “Siamo pronti a tutto, vedremo nelle prossime ore”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, al termine della riunione dei gruppi del partito, sulla possibilità di ritirare la delegazione dei ministri della Lega. “Chiunque la tiri in lungo e’ perche’ ha paura di perdere la poltrona. Direi che Renzi ne e’ l’immagine piu’ evidente. Chi ha paura delle elezioni e’ perche’ evidentemente ha lavorato male e teme di non tornare in Parlamento. L’unico patto e’ quello della poltrona tra Renzi e i cinquestelle. In un momento in cui ci vuole coraggio lasciamo in mano a Renzi, Boschi, Fico e Toninelli di fare la manovra?”, aggiunge. “Mi affido alla saggezza del presidente della Repubblica, è evidente che non c’è un’altra maggioranza. Noi chiediamo che si voti il prima possibile, poi saranno gli italiani a scegliere un Governo che duri cinque anni”, sottolinea il vice premier. “Noi siamo pronti a votare domani mattina. La democrazia e’ dare la voce al popolo, noi siamo per dare la voce al popolo. L’unica cosa che non ci interessa e’ scaldare la poltrona”, chiosa.

(ITALPRESS).

News Nazionali

CRISI DI GOVERNO, DOMANI L’AULA DEL SENATO VOTA SUL CALENDARIO

ROMA (ITALPRESS) – L’Aula del Senato è convocata domani alle 18 per stabilire il calendario dei lavori e fissare le tappe della crisi di Governo, dopo la mozione di sfiducia presentata dalla Lega nei confronti del premier Giuseppe Conte. Lo ha stabilito la presidente del Senato Elisabetta Casellati, nel corso della conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama. Le comunicazioni del premier Giuseppe Conte dovrebbero essere il 20 agosto in Aula, ma a confermarlo dovrà essere proprio il voto di domani.

In conferenza dei capigruppo si è registrata infatti una spaccatura tra Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia che chiedevano di votare mercoledì 14 la mozione di sfiducia, e MoVimento 5 Stelle, Partito Democratico e Liberi e Uguali che invece propongono di fissare per il 20 agosto delle comunicazioni in Aula del presidente del Consiglio. In assenza di unanimità il presidente Casellati rimette quindi la decisione all’Aula, convocata per domani.

Pd e Leu hanno parlato di “grave forzatura” da parte della Casellati, che invece viene difesa dal centrodestra. “Da vicepresidente del Senato dico che la presidente Casellati ha seguito pedissequamente il regolamento”, ha detto Ignazio La Russa di Fdi.

(ITALPRESS).

News Nazionali

LA STAGIONE STA PER COMINCIARE, BUFFON “CI ASPETTANO GRANDI EMOZIONI”

TORINO (ITALPRESS) – “E’ passato poco più di un mese dal ‘ritorno a casa’, alla mia Juventus”. Gigi Buffon si guarda indietro. Dopo un anno a Parigi ha scelto di riallacciare il legame con quei colori che si è portato dietro per quasi tutta la carriera e quello trascorso è stato un mese utile “per conoscere i nuovi compagni e per riabbracciare gli amici di mille battaglie (e moltissime vittorie) sul campo. Ma anche per ritrovare subito il feeling coi tifosi bianconeri. L’accoglienza ricevuta sabato, al mio ingresso in campo alla Friends Arena di Stoccolma, è stata davvero emozionante e per questo voglio ringraziare tutti. Ma altre grandi emozioni mi e ci aspettano da qui alla fine di questo mese di agosto. Mercoledì c’è l’appuntamento a Villar Perosa, un luogo che ormai fa parte della mia vita, in cui ogni estate torno con grande piacere. Poi si inizierà a fare sul serio. Finalmente. A giocare per i 3 punti. Il calendario ha voluto metterci immediatamente di fronte a due partite speciali. Subito il ritorno a Parma, in quel Tardini da dove la mia carriera è iniziata 24 anni fa. Poi l’abbraccio dello Juventus Stadium, lo stadio in cui insieme abbiamo costruito un numero incredibile di vittorie. Affrontando il Napoli di Carlo Ancelotti, una delle rivali con cui saremo chiamati a duellare per tutta questa esaltante stagione appena iniziata. Una stagione da vivere intensamente sino alla fine”, ha concluso Buffon.

(ITALPRESS).

News Nazionali

CRISI DI GOVERNO, L’UGL CHIEDE IL VOTO PRIMA POSSIBILE

ROMA (ITALPRESS) – “Subito al voto. Non abbiamo sentito parlare nelle scorse ore di programmi ma solo di presunti equilibri parlamentari”. Lo afferma il segretario generale dell’Ugl Paolo Capone.

“Se non c’è una maggioranza in grado di esprimere una politica di sviluppo che preveda investimenti pubblici in infrastrutture e alleggerimenti della pressione fiscale in particolare ai lavoratori e ai pensionati è meglio ricorrere al voto nel più breve tempo possibile – prosegue -. Mai come ora il Paese ha bisogno di scelte coraggiose e del senso di responsabilità della classe politica e dei corpi intermedi”.

(ITALPRESS).

News Nazionali

DONNA AGGREDITA A MILANO E FERITA CON COCCI DI BOTTIGLIA

MILANO (ITALPRESS) – Una donna di 65 anni è stata ferita questa mattina da un uomo originario del Bangladesh, al culmine di un tentativo di rapina. L’episodio si è verificato in largo La Foppa, nel centro del capoluogo lombardo.

Secondo una prima ricostruzione, il bengalese, dopo avere rotto una bottiglia, si sarebbe scagliato contro la donna nel tentativo di rapinarla. A quel punto le urla della vittima hanno richiamato i passanti che hanno bloccato lo straniero. Il bengalese, prelevato dalla Polizia, è stato portato in Questura. La donna non sarebbe in pericolo di vita.

(ITALPRESS).

News Nazionali

RIVOLUZIONE RED BULL, ALBON AL POSTO DI GASLY PER GLI ULTIMI 9 GP

ROMA (ITALPRESS) – Novità importante in casa Red Bull. La scuderia austriaca ha annunciato un cambio della guardia al fianco di Max Verstappen, incontrastato leader, vincitore di due degli ultimi quattro gran premi di Formula 1 e terzo nella classifica piloti del Mondiale 2019. Per le ultime 9 gare del campionato il compagno di squadra dell’olandese sarà Alexander Albon e non più Pierre Gasly. La decisione è stata comunicata dalla Aston Martin Red Bull Racing ed è operativa a partire dal prossimo appuntamento del Mondiale, il Gran premio del Belgio, sul circuito di Spa-Francorchamps, che a fine agosto aprirà la seconda e ultima parte di stagione dopo la pausa estiva. “Alexander Albon viene promosso e guiderà al fianco di Max Verstappen, mentre Pierre Gasly tornerà alla Toro Rosso – ha spiegato la scuderia austriaca, evidentemente non soddisfatta dai risultati del francese, sesto nella classifica mondiale ma sempre molto lontano da Verstappen – La Red Bull è nella posizione unica di avere sotto contratto quattro talentuosi piloti che possono essere ruotati: il team utilizzerà le prossime nove gare per valutare le prestazioni di Albon al fine di prendere una decisione su chi guiderà al fianco di Verstappen nel 2020”.

(ITALPRESS).

News Nazionali

SALVINI NEL RAGUSANO “TROPPA OMERTÀ, LA COMUNITÀ DEVE REAGIRE”

VITTORIA (RAGUSA) (ITALPRESS) – “Spero che questo doppio sacrificio svegli la comunità, qui c’è una connivenza, un’omertà, una paura, un silenzio, una complicità che ho trovato in poche altre zone d’Italia, sono stato a Locri, Corleone e sull’Aspromonte. Qua è bestiale, e bisogna dare coraggio a chi rispetta le regole”. Lo ha detto il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, dopo aver incontrato a Vittoria i genitori dei piccoli Simone e Alessio D’Antonio, i due cuginetti morti dopo essere stati investiti da un suv l’11 luglio scorso.

“Mi attiverò, ringrazio le forze dell’ordine e quella piccola parte di società civile che si fa sentire. Bisogna portare via anche l’ultimo paio di mutande a questi delinquenti. Se per paura gli appalti si danno ai delinquenti, puoi mandarne anche 500 di agenti. Ho dato la mia parola alla mamma e al papà di Alessio e Simone che mi farò sentire e mi vedrete spesso a Vittoria – ha aggiunto -. Bisogna sconfiggere la paura, se ci fosse una reazione l’azienda dei genitori di Simone e Alessio sarebbe la prima del paese e l’azienda di quegli stronzi non avrebbe niente. Ora purtroppo è il contrario”.

(ITALPRESS).

News Nazionali

LA BASSA DOMANDA E LE MATERIE PRIME SPENGONO L’INFLAZIONE

ROMA (ITALPRESS) – L’inflazione rimarrà contenuta anche nel 2019. Il calo delle quotazioni delle materie prime, petrolio in testa, unita all’assenza di tensioni sui costi interni prospettano una discesa dell’inflazione sotto all’1% nel 2019. Qualche aumento solo per le utenze dell’energia elettrica e del gas naturale e per alcune tariffe pubbliche, come il trasporto ferroviario e gli asili nido. E’ quanto emerge dal monitoraggio periodico dei prezzi operato da Unioncamere e Borsa Merci Telematica Italiana.

La frenata dell’economia globale iniziata nella seconda metà del 2018 si è protratta nel corso della prima parte del 2019: gli indicatori congiunturali più recenti non evidenziano segnali di miglioramento.

La debolezza della domanda globale si ripercuote sui prezzi delle materie prime. Nei primi cinque mesi del 2019 le quotazioni del petrolio avevano registrato una fase di recupero, a causa principalmente dall’incertezza scaturita da tensioni geo-politiche (Venezuela, Libia e, soprattutto, Iran), ma hanno esibito una decisa correzione più di recente per i timori di rallentamento dell’economia mondiale. In questa prima metà dell’anno le altre materie prime più legate al ciclo, come i metalli, hanno evidenziato una contrazione (-13% in dollari in media nei primi 5 mesi del 2019 rispetto allo stesso periodo del 2018).

(ITALPRESS).

News Nazionali

CALENDA “IL PD È FINITO, RENZI NON DISCUTE CON NESSUNO”

ROMA (ITALPRESS) – “Il Pd è finito”. Lo ammette Carlo Calenda ai microfoni di Circo Massimo, su Radio Capital. “Così com’è è finito sicuramente. Dopodiché può decidere di andare oltre se stesso, rilanciarsi, ricostruirsi in qualcosa di diverso”, ragiona l’europarlamentare, che poi delimita i confini della scissione nel partito: “Ci sono due Pd: uno ha i gruppi parlamentari e un altro ha il partito. Nell’ultima Direzione ho proposto di creare una segreteria politica in cui la gente si guarda in faccia e prende una decisione comune. I primi a non volerlo sono stati i renziani. Renzi non si siede con nessuno, non prende la telefonata di nessuno e non discute con nessuno. Questa è la verità”, attacca l’ex ministro. “La scissione nel Pd già c’è. Ormai è un dato di fatto. Renzi ha fatto un’intervista, non solo facendo zompare per aria il Pd ma anche facendola diventare argomento di conversazione al posto della crisi di governo. Il tutto senza fare una telefonata a nessuno. E questo aveva detto che avrebbe fatto il senatore semplice e che non avrebbe parlato per due anni… pensa se parlava”.

(ITALPRESS).