Bronte, la Sagra del Pistacchio non ci sarà: rinviata a data da destinarsi

BRONTE – Rinviata, anche per quest’anno, la Sagra del Pistacchio di Bronte (Catania).

Come l’anno scorso, infatti, a causa del Covid, uno degli eventi più attesi è rinviato a data da destinarsi.

Lo ha confermato nei giorni scorsi il sindaco Pino Firrarello.

I brontesi si sono comunque trasferiti nelle campagne e da settimane hanno iniziato la raccolta dell’oro verde. Un anno, questo del 2021, che prevede una ottima annata per il pistacchio.

Intanto nei giorni scorsi, tramite un post sui canali social, il primo cittadino ha così annunciato ai brontesi e non solo: “Concluderemo presto i lavori del Castello Nelson, che stiamo vigilando praticamente ogni giorno grazie al prezioso lavoro degli Uffici. Restituiremo un Castello ristrutturato e soprattutto rifunzionalizzato, digitale, utile, meraviglioso alla nostra Città. Amministrare, però, significa anche a volte dover scegliere nelle difficoltà.

Il Turismo a Bronte passa anche e soprattutto dalla Sagra del Pistacchio, ed a malincuore ho dovuto decidere di posticiparla. È inutile elencare le manifestazioni che sono state rinviate, così come parlare di quelle che si terranno regolarmente: la Sagra di Bronte rappresenta per i commercianti un investimento economico, che non può subire battute d’arresto dopo il periodo nero da cui stiamo uscendo.

La zona gialla che persiste, e le condizioni climatiche inevitabilmente più rigide delle prossime settimane, ritengo che non siano le condizioni migliori per far ripartire il nostro turismo.

La mia idea è di organizzare un evento al mese, e quando potremo la Sagra del Pistacchio sarà il primo di questi eventi, magari pensando anche ad un edizione insolita nelle date, coinvolgendo la città, gli imprenditori, i commercianti, gli artisti e la cultura“.

da News Sicilia